Salvataggio, i bagnini di Rimini: “paghino anche chioschisti e mosconai”

RIMINI. Sono stanchi di pagare da soli il servizio di salvataggio. Soprattutto perché i bagnanti non sono clienti esclusivi dei bagnini, ma vanno a ingrossare i fatturati anche di chioschisti e mosconai. Che fare, quindi? Un ricorso al Tar “contro” l’ordinanza balneare del Comune, che poi deriva da quella regionale. La firma è della Cooperativa operatori di spiaggia.

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui