Un salvataggio in extremis, praticamente nel piazzale del pronto soccorso dell’ospedale Marconi. Il prontissimo intervento dei sanitari ha salvato la vita a una donna di 69 anni con problemi cardiaci. E a chi ha assistito alla scena sembrava di stare sul set di una serie televisiva, tipo “ER Medici in prima linea”.
Sabato la donna cesenaticense si è rivolta al medico di famiglia per segnalare il proprio stato di malessere. Il dottore le ha consigliato di andare a farsi dare una controllata al pronto soccorso. La signora si è fatta accompagnare in auto dal figlio, ma mentre stavano andando in ospedale l’attacco cardiaco si è manifestato in tutta la sua gravità. Il figlio ha avuto la prontezza di chiamare l’emergenza sanitaria e di avvertire che stava arrivando con la madre con evidenti problemi cardiaci.
Una mossa fondamentale, visto che quando l’automobile è arrivata nel parcheggio all’esterno del pronto soccorso ha trovato già lì i medici pronti a intervenire senza perdere tempo. Infatti, valutato che la 69enne era effettivamente in arresto cardiaco, hanno iniziato sul posto le manovre di defibrillazione. La donna è stata defibrillata per ben tre volte e alla fine medici e infermieri sono riusciti a far riprendere a funzionare il cuore.
Subito dopo la cesenaticense è stata trasferita alla cardiologia dell’ospedale Infermi di Rimini, dove è stato effettuato un intervento per un trombo che le stava procurando una occlusione.

Argomenti:

donna salvata

sanità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *