Salute: dolori cervicali sempre più diffusi, ecco cosa fare quando si manifestano

I dolori alla cervicale sono una piaga terribile che purtroppo interessa milioni di italiani, costretti a fare i conti con una problematica che a volte può essere così fastidiosa da limitare la libertà di una persona o abbassarne la qualità della vita. Negli ultimi anni le persone interessate da cervicalgia sono notevolmente aumentate. Secondo gli esperti questo è dovuto alle problematiche legate all’inquinamento ambientale, alla perdita della stagionalità e all’eccessiva sedentarietà.

A conferma di quanto quest’ultimo aspetto incida sulle problematiche alla cervicale, recentemente il Corriere della Sera ha presentato uno studio che mostra come lo smart working abbia fatto incrementare il numero di persone interessate da cervicalgia. Per quanto la vita in ufficio fosse per antonomasia definibile sedentaria, quella del lavoro da remoto lo è ancora di più. La presenza in ufficio porta infatti le persone ad alzarsi di tanto in tanto, forse per una pausa caffè, per parlare con un collega, andare in mensa o partecipare ad una riunione.

Lavorando da casa tutte queste attività sono invece concentrate davanti al pc e spesso a queste si somma anche una maggiore sedentarietà legata allo shopping online e alla mancanza di altre fonti di svago. Il tutto si traduce in dolori sempre più diffusi al collo e alle spalle, spesso anche con difficoltà a riposare bene durante la notte. L’incremento degli interessati nell’ultimo anno è stato superiore al 20%. Per fortuna però esistono degli utili rimedi per risolvere o alleviare la problematica.

Come intervenire sul dolore alla cervicale

Innanzitutto è importante capire come la scelta di un buon guanciale per dormire sia fondamentale per prevenire i dolori legati alla cervicale. Per individuare quello più adatto alle proprie esigenze, il suggerimento è quello di rivolgersi a portali specializzati che possano indirizzare l’utente verso la soluzione più adatta. Ad esempio, sul sito cuscinocervicale.it è possibile trovare recensioni e opinioni dei migliori modelli disponibili sul mercato: in questo modo il consumatore può confrontare le caratteristiche di ciascuno prima di acquistare quello di proprio interesse.

Solitamente molte persone infatti affrontano il problema partendo dalla coda e non dai fattori scatenanti. Questo le porta ad assumere molti antidolorifici utili sul momento ma nel tempo potenzialmente dannosi per la salute di una persona. L’utilizzo di un buon cuscino che permetta di riposare nella corretta posizione per la cervicale può risolvere tutti i problemi di cervicale dovuti a una cattiva postura notturna e alleviare gli altri.

Secondo le stime degli esperti del settore in Italia il 70% della popolazione soffre almeno occasionalmente di questa problematica. L’utilizzo di un cuscino adatto permette quindi in modo generico anche a chi risente di fastidi alla cervicale in modo occasionale di prevenirli completamente. Oltre al cuscino vi sono poi altre accortezze che possono aiutare chi soffre di questo dolore.

Altre accortezze per affrontare il dolore alla cervicale

Il dolore alla cervicale è quasi sempre collegato a problematiche legate ad uno stile di vita sedentario e influenzato dall’ambiente esterno sempre meno naturale. Esistono però delle accortezze utili per ridurre e talvolta anche eliminare definitivamente il problema. Queste potrebbero essere così riassunte:

  • Utilizzare un cuscino idoneo per la cervicale.
  • Avere un regolare programma di attività motoria.
  • Cercare di rafforzare i muscoli del collo e delle spalle.
  • Prestare attenzione alla propria postura.
  • Non mantenere la stessa posizione troppo a lungo.
  • Quando possibile spostarsi a piedi o con la bicicletta.

Gli esperti hanno recentemente sottolineato che non esiste infatti una postura corretta in assoluto, per quanto invece purtroppo ne esistano molte scorrette. Qualsiasi postura se mantenuta per molte ore consecutive, come avviene nel lavoro da pc, può portare a questa problematica. Di conseguenza è importante cercare di passeggiare di tanto in tanto, facendo una pausa dal lavoro e provare a cambiare spesso la propria posizione.

Curare l’attività fisica è utile quanto scegliere un buon cuscino in questo campo. In quest’ottica potrebbe anche essere una buona norma inserire delle tabelle di allenamento in grado di rinforzare la muscolatura del collo, delle spalle e della schiena, maggiormente interessati dai problemi alla cervicale. Ovviamente si tratta di un passaggio da fare rivolgendosi ad un esperto e n0n improvvisando mai delle tabelle di allenamento che potrebbero risultare eccessivamente gravose e dare un risultato opposto a quello sperato.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui