Sacchetti, Suzzi e Pascucci: tre nuovi maestri d’opera premiati a Cesena

Tre nuovi maestri d’opera e di esperienza premiati per il lavoro lavoro attraverso il quale hanno creato valore artigiano. Sono stati premiati questa mattina alla sala convegni Confartigianato cesenate per la annuale iniziativa promossa da Anap e Confartigianato Persone. I nuovi tre maestri d’opera ed esperienza sono gli imprenditori artigiani Lucio Sacchetti, di Cesenatico, fondatore di un’azienda leader nel settore dell’edilizia per impianti in plastica, realizzazione di aspirazione centralizzata e nell’installazione degli impianti di scarico civile ed industriale; il cesenate Egisto Suzzi, del mulino cesenate omonimo e Giuseppe Pascucci di Gambettola, della storica bottega di tele stampate.

Ad introdurre la cerimonia è stato il presidente di Anap cesenate Olivero Zondini il quale ha rimarcato “che le professioni dell’artigianato costituiscono un patrimonio culturale, economico e sociale del Belpaese, un valore aggiunto, il valore artigiano”. Sono intervenuti la sindaca di Gambettola Letizia Bisacchi, la vicesindaca di Cesenatico Lorena Fantozzi, in rappresentanza dei comuni dove hanno operato e operano i nuovi valenti maestri d’opera e le ricadute benefiche che la loro attività ha favorito nel territorio, e il presidente regionale Anap Giampiero Palazzi il quale ha tracciato le conclusioni, sottolineando la modernità, i valori e il ruolo insostenibile dei mestieri dei mestieri artigiani, sempre capaci di innovarsi rimanendo fedeli ai principi della tradizione”. “La valorizzazione dell’artigianato è uno degli obiettivi di Anap – ha messo in luce il presidente regionale Palazzi – che promuove questa iniziativa per premiare gli imprenditori che nel corso dei loro trascorsi lavorativi si sono distinti per professionalità, passione, dedizione al lavoro, diventando autentici maestri d’opera e d esperienza, persone meritevoli di riconoscimento che incarnano una tradizione da preservare per essere consegnata intatta alle generazioni future”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui