Rugby A: il Romagna Rfc debutta a Verona

 Il Romagna RFC domani alle 15.30 farà il suo debutto nel campionato di Serie A: dopo aver osservato il proprio turno di riposo nella prima giornata, è il momento di scendere in campo per i galletti, che in questa prova di esordio faranno visita al Verona Rugby.

Inizia dunque con una prova ad alto coefficiente di difficoltà il cammino stagionale dei romagnoli, che se la dovranno vedere con una delle formazioni candidate a occupare i piani alti della classifica: il Verona arriva a questo primo appuntamento sul campo di casa ancor più agguerrito, vista la sconfitta incassata in extremis nella gara d’esordio con il Vicenza, altra big del girone. I galletti vogliono partire con il piede giusto in questo nuovo girone e la partita di Verona sarà sicuramente un importante banco di prova dopo il percorso svolto nella fase pre-campionato.

Per questo primo impegno dell’anno sono convocati: Babboni, Baldassarri, Buzzone, Cesari, Coppola, Donati, Fantini, Fiori, Gallo, Giannuli, Lamptey, Manuzi, Marini, Maroncelli, Martinelli, Mazzone, Onofri, Piccirillo, Pirini, Scermino, Sergi, Sgarzi, Sparaventi, Tauro, Urbinati, Vincic, Zani.

Il commento del tecnico del Romagna RFC Gianluca Ogier, alla vigilia dell’esordio in campionato, per lui prima ufficiale sulla panchina romagnola: “Partiamo dal confronto con una squadra molto forte e attrezzata come il Verona, una delle candidate per le prime posizioni: non sarà facile ma siamo pronti e abbiamo intenzione di giocarcela. Essendo all’inizio della stagione, servirà un po’ di tempo per ritrovare il ritmo, smaltendo i carichi del lavoro estivo e dosando bene le energie durante tutta la partita. Queste prime partite ci serviranno per prendere le misure con il nuovo girone: sappiamo che l’asticella è alta e che ci dovremo confrontare con un livello tecnico elevato, ma siamo fiduciosi e convinti di poter dire la nostra e toglierci qualche soddisfazione. Siamo molto curiosi di vedere come sarà questo campionato, sicuramente impegnativo ma per noi molto stimolante: lasciamo che sia il campo a parlare, da parte nostra proveremo a giocarcela con tutti, con l’obiettivo di mantenere la categoria portando avanti il nostro progetto incentrato su giocatori del territorio”. 

I tecnici Ogier, Ievolella e Gagliardetti

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui