Ruba monopattino e crea il caos alla stazione di Cesena: denunciato

Il momento dell’uscita dalle scuole superiori, ieri a fronte della stazione ferroviaria, è stato particolarmente concitato. Con due persone che si sono azzuffate e la polizia locale costretta a trascinarne via una che aveva appena messo a segno un furto, resisteva al controllo ed era anche palesemente ubriaco.

A scatenare il caos è stato principalmente un 31enne tunisino, F.W., ufficialmente senza fissa dimora.

È lui, per la denuncia sporta da un coetaneo cesenate di origini nigeriane, che nel corso della mattinata di ieri gli aveva sottratto il monopattino elettrico di proprietà.

Ciò che il ladro non sapeva è che su quel mezzo era installato un rilevatore Gps. Proprio per riuscire a rintracciarlo in caso di furto. Così il cesenate di origini nigeriane seguendo le tracce del mezzo tramite lo smartphone, è arrivato alla stazione, nella zona dei taxi. Dove ha incontrato anche il 31enne che ancora lo stava guidando.

Tra i due è nata una zuffa. Proprio nel momento in cui uscivano da scuola gli studenti. È stato un altro utente dell’area stazione, anche lui straniero di origini, a contattare la polizia locale. Per chiedere aiuto e intervento per sedare la scena cruenta.

Quando gli agenti sono arrivato sul posto il proprietario del monopattino ha spiegato cosa era successo. Il 31enne tunisino ha invece iniziato a scagliarsi contro gli agenti. Non volendo farsi identificare. È stato caricato in auto e trasferito al comando. Dove è emerso che si tratta di una persona non in regola con i permessi di soggiorno. Era ubriaco ed è stato denunciato per furto e resistenza oltreché multato per manifesta ubriachezza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui