RAVENNA. La polizia ha denunciato un 26enne cittadino senegalese, per il reato di furto aggravato.
Il fatto è successo ieri pomeriggio quando una volante dell’Ufficio prevenzione generale soccorso pubblico della questura è intervenuta presso il punto vendita Bershka, presente all’interno del centro commerciale Esp di via Bussato, dove il personale addetto alla vigilanza anti furto aveva fermato un ragazzo che, oltrepassando le casse, aveva fatto scattare il sistema di allarme antitaccheggio.
In particolare il personale addetto alla vigilanza anti furto ha riferito ai poliziotti di avere osservato il ragazzo che visionava alcuni capi di abbigliamento che prelevava dagli scaffali e portava all’interno dei camerini di prova; poco dopo riponeva della merce sugli espositori e si avviava all’uscita, facendo però attivare il sistema di allarme antitaccheggio oltrepassando le casse.

Nascosti nello zaino

La guardia giurata provvedeva quindi a fermare il giovane, accompagnandolo negli uffici del negozio, dove il ragazzo vistosi scoperto consegnava una felpa ed una camicia ai quali erano stati strappati malamente i dispositivi antitaccheggio, del valore complessivo di 46 euro, che aveva nascosto all’interno dello zaino che recava con sè.
I poliziotti prendevano così in consegna il giovane, identificato per il 26enne straniero, che è stato condotto negli uffici della questura dove è stato denunciato a piede libero, alla procura della repubblica di Ravenna, per il reato di furto aggravato.
I capi di vestiario portati via, poiché ancora integri, sono stati restituiti alla direzione dell’esercizio commerciale.

Argomenti:

centro commerciale

furto

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *