Anche la Biblioteca Malatestiana di Cesena festeggia Gianni Rodari oggi, nel centenario della nascita. Sono trascorsi infatti cent’anni da quel 23 ottobre 1920 e di generazione in generazione le parole dello scrittore sono arrivate ai nostri giorni accarezzando i cuori di insegnanti e studenti. Per celebrare questo importante anniversario, la Biblioteca Malatestiana Ragazzi invita i cesenati a rileggere le opere del poeta, scrittore e visionario, che ha regalato al mondo opere indimenticabili e la più bella e rivoluzionaria delle verità: “la fantasia ci rende liberi”. “Scrittore, pedagogista, autore per bambini e ragazzi, inventore di favole e filastrocche – commenta l’assessore alla Cultura Carlo Verona – Gianni Rodari è entrato di diritto in tutte le famiglie e nelle scuole rendendo comune il concetto, forse un po’ astratto, di fantasia. Oggi celebriamo il ricordo letterario del poeta di Omegna proponendo ai cesenati una selezione di letture delle sue opere principali, tra cui Favole al telefonoI viaggi di Giovanni PerdigiornoFra i banchi, presenti in Biblioteca, e regalando un brano tratto dall’opera più rappresentativa della sua poetica Grammatica della fantasia”.

Bologna
La mostra “Figure per Gianni Rodari. Eccellenze italiane” dedicata al grande scrittore per l’infanzia nel centenario della nascita (Omegna, 23 ottobre 1920 – Roma, 14 aprile 1980), e realizzata da Regione Emilia-Romagna e Fiera del libro per ragazzi di Bologna, è protagonista in numerose sedi internazionali per la Settimana della lingua italiana, da Atene a Auckland, da Chicago a Madrid, da Miami a San Paolo fino a Taipei.
“Figure per Gianni Rodari” presenta le opere di 21 illustratori italiani, tra personalità storiche, grandi contemporanei e artisti più giovani. Ogni autore è rappresentato da tre opere. Gli artisti in mostra sono Bruno Munari, Emanuele Luzzati, Altan, Beatrice Alemagna, Gaia Stella, Olimpia Zagnoli, Manuel Fior, Alessandro Sanna, Valerio Vitali, Simona Mulazzani, Chiara Armellini, Anna Laura Cantone, Fulvio Testa, Maria Chiara Di Giorgio, Giulia Orecchia, Nicoletta Costa, Federico Maggioni, Francesca Ghermandi, Pia Valentinis, Vittoria Facchini, Elenia Beretta.


Il disco
Per Rodari è appena uscito anche un disco: “Rifilastrocche in cielo e in terra”. Si tratta di un album-cover del disco “Filastrocche in cielo e in terra”, registrato da Virgilio Savona e Lucia Mannucci (Quartetto Cetra) nel 1972. Vi partecipano alcuni musicisti della musica indipendente italiana, come Dente e i Camillas. Ma ci sono anche alcuni romagnoli: due forlivesi, , ovvero Moro & the Silent Revolution (con il brano Ferragosto) e Naddei (con Il ragioniere a dondolo), un riminese (Vincenzo Vasi con i suoi OoopopoiooO insieme a Valeria Sturba: il brano è La bella addormentata) e una ravennate, Francesca Amati dei Comaneci (con L’uomo di neve). Il progetto nasce da un’idea del giornalista musicale Francesco Locane. I proventi dell’album vanno in beneficenza. È in programma una presentazione anche al teatro Petrella di Longiano.

Argomenti:

gianni rodari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *