Ristrutturazione casa, nel 2021 il tetto del bonus mobili sale a 16 mila euro

Il bonus mobili ed elettrodomestici, che prevede uno sconto fiscale pari al 50%, è stato rinnovato dalla legge di bilancio per tutto il 2021 con una importante novità, l’innalzamento del tetto massimo di spesa detraibile da 10 a 16 mila euro.

Buone notizie dunque per tutti coloro che stanno pianificando una ristrutturazione casa, visto che per i prossimi 12 mesi sarà possibile recuperare in sede di dichiarazione dei redditi, tramite detrazione fiscale spalmata in 10 rate annuali di pari entità, fino a 8 mila euro (il 50% del tetto massimo fissato in 16 mila euro). Il bonus mobili non può essere usufruito tramite sconti in fattura e cessione del credito d’imposta.

Vanno in detrazione le spese sostenute per l’acquisto di mobili nuovi, come (armadi, letti, materassi, tavoli, sedie, divani, etc) e grandi elettrodomestici di classe A+ o superiore (A per i forni) come frigoriferi, lavatrici, piani cottura, lavastoviglie, condizionatori, stufe, forni a microonde e altro ancora.

Per accedere al bonus mobili 2021 è necessario rispettare alcuni requisiti fondamentali:

  • l’acquisto di mobili ed elettrodomestici deve avvenire nell’ambito di interventi di ristrutturazione (sono ammessi anche interventi minori come sostituzione infissi, installazione porte blindate, rilevatori fughe di gas, corrimano per scale interne, etc);
  • l’acquisto di mobili ed elettrodomestici deve essere successivo alla data di inizio dei lavori di ristrutturazione (documentabile tramite abilitazione amministrativa presentata al Comune, comunicazione all’ASL o autocertificazione per opere di “edilizia libera” che non richiedono permessi);
  • il pagamento dei mobili e degli elettrodomestici deve avvenire tramite carta di credito, debito, bancomat o bonifico (no contanti).

Può sfruttare il bonus anche chi ha acquistato i mobili nel 2020 spendendo meno di 16 mila euro: chi aveva speso, ad esempio, 10 mila euro nel 2020, potrà acquistare per altri 6 mila euro (cioè fino al raggiungimento della soglia massima di 16 mila) recuperando in detrazione 3 mila euro (il 50% della spesa “extra” di 6 mila euro sostenuta nel 2021).

I vantaggi del bonus si applicano anche agli interventi di ristrutturazione e arredamento realizzati con formula chiavi in mano come quelli di Io Ristrutturo e Arredo, il network tutto italiano di interior design che realizza progetti di interni su misura con un servizio all inclusive, facendosi carico anche della parte burocratica e della raccolta dei documenti necessari per richiedere le varie agevolazioni dedicate a chi ristruttura casa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui