Rischio incendi in Emilia-Romagna: multe fino a 10mila euro per chi viola le prescrizioni

L’Agenzia regionale per la Sicurezza territoriale e la Protezione civile ha disposto l’attivazione della fase di preallarme per gli incendi boschivi da domani 2 luglio a domenica 28 agosto compresi e pertanto dichiarato, per lo stesso periodo, lo stato di grave pericolosità. In questo periodo la combustione di residui vegetali agricoli e forestali è sempre vietata. Un provvedimento analogo era stato emesso per il periodo 25 giugno – 1 luglio.

All’aumento dei divieti corrisponde un inasprimento delle sanzioni. Chi viola le prescrizioni o adotta comportamenti pericolosi può subire sanzioni fino a 10.000 euro. Sotto il profilo penale, è prevista la reclusione da 4 a 10 anni, se l’incendio è doloso (provocato volontariamente); ma anche se l’atto è solo colposo (causato in maniera involontaria), per negligenza, imprudenza o imperizia, si può essere condannati a risarcire i danni.

I numeri da chiamare (la telefonata è gratuita) in caso di avvistamento di un incendio boschivo sono:

115 in caso d’incendio (numero di soccorso del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco);

1515 per la segnalazione di illeciti e di comportamenti a rischio di incendio boschivo (numero di emergenza ambientale dell’Arma dei Carabinieri-specialità Forestale).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui