Rischiavano la morte per fame: salvati

Sarebbero certamente morti di fame o incuria questi tre fratellini, di circa due mesi, tanto piccoli da poter essere tenuti sul palmo di una mano. Parliamo di Merlino, Artù e Anacleto, così sono stati chiamati questi cuccioli nella speranza che la loro vita, come nelle fiabe, abbia un lieto fine. Figli di una mamma abbandonata da cittadini che si sono trasferiti lasciandola nella vecchia casa, sono nati nelle prime campagne del Forlivese tra i rovi di un campo lasciato incolto. A causa della scarsità del cibo, la mamma non aveva molto latte e dunque i suoi piccoli quando sono stati svezzati erano molto magri. Le cose non sono andate meglio quando hanno cominciato a potersi nutrire autonomamente. Non avendo nessuno che si potesse occupare di loro assicurandogli del cibo nutriente quel tanto che basta per permettergli di crescere, questo delizioso trio ha tentato di sopravvivere con quello che la natura offre. Spinti dalla fame e la disperazione, si sono avvicinati ad una casa di campagna dove hanno trovato qualche tozzo di pane secco. Un alimento che certamente non adatto a chi deve crescere. Indeboliti dalla fame, sono fortunatamente stati notati da una sensibile cittadina attirata dallo sguardo triste di Merlino, il piccolo dal manto nero semilungo. Uno dopo l’altro, si sono avvicinati anche gli altri due fratelli come se cercassero aiuto. Ora i gattini sono stati messi al sicuro all’interno di una casa nella quale non gli manca più il cibo.

L’incuria, infatti, li ha letteralmente ridotti pelle ed ossa ma lentamente, stanno guadagnando qualche grammo di pari passo alla fiducia nell’uomo. Sono stati, inoltre, trattati per le pulci da cui erano infestati e saranno sverminati a breve. Merlino e Anacleto sono i due fratellini dal manto nero. A differenza del primo che ha il pelo semilungo, Anacleto ha il mantello corto ma deliziosamente sfumato tra il nero ed il grigio. Artù, invece, è tigrato e dei tre è certamente il meno pauroso. Non esita, infatti, a ringraziare con rumorose fusa quando gli si accarezza dolcemente il manto. Per loro si cerca una famiglia premurosa amorevole, che li tenga possibilmente in casa, e gli faccia scoprire – per la prima volta nella loro vita – cosa significa sentirsi amati ed irrinunciabili membri di una famiglia. Per conoscerli oppure ricevere maggiori dettagli, contattare il 333.4695960.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui