Rischiano di cadere nel dirupo per recuperare il cellulare a Bagno

Due sorelle, escursioniste, una di 29 e l’altra di 26 anni residenti a Pisa, nella giornata di oggi sono andate a fare un trekking nella zona delle Foreste Casentinesi. Hanno imboccato un sentiero che parte nei pressi del Ristorante il Capanno, nel comune di Badia Prataglia (AR) e si sono dirette verso il M.te Penna. Arrivate già in territorio romagnolo, nel comune di Bagno di Romagna, una delle due donne si è fermata per fare una foto con il cellulare, che però le è scivolato dalle mani finendo nella scarpata sottostante. La pisana ha cercato di scendere per andare a riprendersi il suo smartphone, ma giunta su un piccolo crinale la donna, impaurita, si è bloccata e la sorella non ha potuto fare altro che chiamare i soccorsi. A ricevere la richiesta è il 112 di Meldola che attiva il Soccorso Alpino e Speleologico stazione M.te Falco che invia la squadra della valle del Savio. Nel frattempo che la ragazza pericolante venisse raggiunta dai tecnici del CNSAS, altri escursionisti sono passati di li e si sono fermati per aiutare la donna. Hanno formato una vera e propria catena umana riuscendo a recuperare l’escursionista pisana. I tecnici arrivati sul posto hanno poi provveduto a recuperare il cellulare e ad accompagnare le due donne di nuovo a Badia Prataglia. Presenti anche i Carabinieri Forestali di Badia Prataglia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui