Rimini. Pugni alla moglie: “Ti faccio a pezzi con la sega”

Botte da orbi, pugni in faccia, insulti brandendo un coltello e minacce di morte: «Ti faccio in mille pezzi con la sega, la tua ora sta arrivando, tanto io non ho paura della galera». Un fiume di paura e sofferenza riversato sulla moglie, che ha trovato la forza per lasciarlo e poi ha tentato di rifarsi una vita assieme ai suoi due bimbi. E’ finito in manette ieri mattina per maltrattamenti in famiglia un 40enne di origini albanesi, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal giudice per le indagini preliminari, Vinicio Cantarini, su richiesta del sostituto procuratore Davide Ercolani, che ha coordinato le indagini dei carabinieri. L’uomo, secondo le diverse denunce presentate alle forze dell’ordine, ha fatto piombare in un inferno la sua consorte, subito dopo la nascita dei figli. Tanti gli episodi descritti dalla donna, tra i quali uno avvenuto pochi mesi fa, quando tenendo stretto un coltello l’ex marito l’ha picchiata e colpita al volto con un pugno. E le mani sono state poi alzate a cadenza giornaliera, con insulti continui e minacce di morteagghiaccianti: «Ti chiudo la vita, ti butto dal balcone»; e ancora: «Ti metto sotto terra, ti ammazzo con un coltello, non devi avere nessun altro uomo».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui