Rimini, vuole buttarsi da un cavalcavia: una agente lo salva

Tragedia sfiorata ieri pomeriggio intorno alle 14.40, quando la Sala operativa della Questura di Rimini ha diramato la nota di ricerca di un giovane che si era allontanato dall’ospedale, con intenti suicidi. Poco dopo, presso la sala operativa, è giunta la chiamata della madre del ragazzo, la quale, in preda al panico, riferiva di esser stata contattate telefonicamente dal figlio, che manifestava l’intenzione di volersi gettare da un cavalcavia della città. La centrale ha immediatamente allertato le pattuglie in servizio sul territorio, avviando una capillare attività di ricerca che ha coinvolto tutte le forze dell’ordine e che si è concentrata in particolare nei pressi dei cavalcavia dell’autostrada. Ed è proprio in corrispondenza di un cavalcavia nella zona di Via Coriano che una pattuglia della Polizia Locale di Miramare ha notato la persona. Erano circa le 18.30 e le volanti immediatamente giunte sul posto notavano il soggetto sul ciglio del ponte del cavalcavia, appoggiato con la schiena sul guard-rail dell’autostrada che era stato trattenuto e tranquillizzato da una agente della Polizia Locale. La professionalità e la preparazione dell’agente le ha permesso prima di trattenere fisicamente il ragazzo e poi di instaurare con lui un dialogo fino a tranquillizzarlo. Nel frattempo, la centrale radio operativa ha fatto convergere sul posto la Polizia di Stato, i Vigili del Fuoco e il personale sanitario che ha preso in carico il paziente per le cure del caso.  

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui