Rimini. Violenta la moglie, condannato a 5 anni e 4 mesi

Costrinse al moglie per almeno tre volte ad avere rapporti intimi con lui contro la sua volontà. L’uomo ieri è stato condannato dal giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Rimini, Benedetta Vitolo (rito abbreviato) alla pena di cinque anni e quattro mesi di reclusione. L’imputato, un uomo di cinquattotto anni che all’epoca dei fatti abitava a Rimini, aveva ammesso i fatti e chiesto perdono alla donna.

Nei confronti della donna il giudice ha disposto un risarcimento di ventimila euro. L’avvocato difensore Andrea Cappelli ha preannunciato il ricorso in appello. Il pubblico ministero Davide Ercolani, che aveva coordinato l’indagine e sostenuto l’accusa in aula aveva chiesto la condanna a nove anni di reclusione. L’imputato doveva rispondere di violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia. La parte offesa, al momento della denuncia, consegnò ai carabinieri anche la drammatica registrazione audio di una delle violenze sessuali subite tra le mura di casa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui