Rimini, via Ducale assediata dalle auto: “Troppo caos”

Salta la “barriera” nell’area del Ponte di Tiberio e vengono ripristinati i flussi di attraversamento della città lungo via Ducale e i Bastioni. Si lamentano i residenti per l’aumento delle auto e dell’inquinamento e a questo proposito il Comitato cittadino mostra una relazione dell’Arpae in cui sono stati registrati valori oltre i limiti e si suggerisce il dimezzamento dei veicoli circolanti.

“Tana liberi tutti”

Nell’area del Ponte di Tiberio da ieri mattina la circolazione è tornata quella di alcuni mesi fa. Quindi l’attraversamento del centro storico da monte a mare, venendo da via Circonvallazione Occidentale è garantito dalle strade del Rione Clodio a cominciare da via Ducale. Mentre il flusso da mare a monte resta garantito dai Bastioni settentrionali che costeggiano il porto canale.

Fra le novità si annoverano l’apertura del parcheggio Sartini destinato gratuitamente alla sosta fino a settembre di moto e scooter, mentre la Ztl notturna dedicata a via Ducale (dalle 20,30 alle 7,30) viene ora “pubblicizzata” da un display luminoso in attesa che il ministero dia il via libera all’accensione della telecamera di sorveglianza.

“Così non va”

I residenti del Rione Clodio da tempo sono riuniti in un Comitato cittadino, si lamentano perché le strette vie in cui abitano sono attraversate da migliaia di vetture. I lavori in prossimità del Ponte di Tiberio avevano portato un po’ di tranquillità. «In questi sei mesi di senso unico su via Circonvallazione Occidentale – scrivono – la sperimentazione forzata della circolazione ad anello ha dato risultati positivi, si registrano file solo nei giorni di mercato».

A questo punto diventa prioritario il monitoraggio condotto da Arpae mirato a misurare l’inquinamento acustico. «Nella relazione – annuncia il Comitato – si spiega che uno degli interventi ipotizzabili per mitigare il rumore prodotto dal traffico e assicurare il rispetto dei limiti previsti dalla normativa è la riduzione del numero dei veicoli in transito, che nel caso specifico dovrebbe essere ridotto a circa la metà».

Il Comitato ha incaricato propri tecnici indipendenti per approfondire le rilevazioni acustiche in via Ducale, mentre al sindaco è stata inviata una diffida per ripristinare la viabilità in vigore prima del 2019: «Inversione del senso di marcia sui Bastioni settentrionali o in alternativa la previsione di una Ztl diurna di 6-8 ore oltre a quella notturna».

“Non ci agitiamo”

Il Comune ricorda quanto già annunciato dall’assessora Roberta Frisoni in occasione del consiglio tematico: amministrazione e Arpae si confrontano continuamente per approfondire gli effetti che i cambi di viabilità hanno portato su via Ducale e sull’intero quadrante.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui