Rimini. Uomo trovato morto in un camper

Il cadavere di un uomo in stato di decomposizione è stato trovato ieri all’interno di un vecchio camper parcheggiato in strada davanti al civico 8/A di via Alessandro Fortis a Rimini, non lontano dallo stadio comunale.

Un passante ha segnalato la presenza del mezzo: a insospettirlo è stato il fatto che dall’interno, nonostante la porta e le finestre fossero chiuse, emanava del cattivo odore.

La macabra scoperta è arrivata poco dopo all’arrivo degli operatori di un’ambulanza. L’uomo era sul letto all’interno del camper: la morte potrebbe risalire a qualche giorno prima. Il medico legale, accorso sul posto per una prima sommaria ispezione cadaverica, resa difficile per la particolare situazione non è stato in grado di sbilanciarsi.

Le alte temperature, il camper era sotto il sole, potrebbero avere influenzato lo stato del cadavere.

Non è stato possibile neanche appurare le cause della morte: non ci sono però segni evidenti di violenza e, anche se in questa fase non si può escludere nulla, viene ritenuto improbabile l’intervento di terzi. Addosso non aveva documenti di identità, ma nel pomeriggio è stato comunque identificato a partire da alcuni fogli ritrovati all’interno del camper. Si tratta di un cinquantenne della provincia di Rimini. Il camper, dopo la perdita del lavoro, era diventata la sua casa, come hanno confermato alcuni residenti nella zona che avevano notato la presenza dell’uomo, senza fissa dimora. La polizia non ha ritenuto di diffondere l’identità: i familiari non sono stati ancora rintracciati. Gli agenti delle Volanti della questura, sono stati i primi ad accorrere sul posto. È toccato poi al personale della Scientifica effettuare il sopralluogo: non è emerso niente di particolare anche se sarà il magistrato di turno, pubblico ministero Giulia Bradanini, a decidere adesso il da farsi, sulla base della relazione degli agenti. Intanto ha disposto l’autopsia. Le testimonianze raccolte parlano di un uomo solitario, in difficoltà che per scelta o necessità viveva negli ultimi tempi ai margini.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui