Rimini. Università, aumentano gli iscritti

Aumentano i laureati in Riviera. E anche gli iscritti all’università. In particolare all’Alma Mater Studiorum di Bologna (scelta dal 55% dei giovani riminesi). È quanto emerge dall’analisi statistica condotta dalla Camera di commercio della Romagna, per l’anno 2021, che mette a confronto i dati su base annua (anno scolastico 2021-2022 su quello precedente) e su base quinquennale (2016-2021). Sia per l’università, che per gli istituti scolastici dalle elementari alle superiori.

Laureati in crescita

I laureati riminesi sono 1827 con un incremento annuo del 5%, che arriva, addirittura, a toccare il +15,4% rispetto ai cinque anni precedenti. Sono, invece, 1173 i laureati nelle sedi universitarie della provincia: il 12,9% in “Culture e tecniche della moda”, il 12,5% in “Economia del turismo”, l’11,8% in “Economia dell’impresa”, il 10,4% in “Amministrazione e gestione d’impresa” e il 9,2% in “Infermieristica”. Aumentano i laureati, e crescono anche gli iscritti: nell’anno accademico 2021-2022, infatti, le iscrizioni risultano 8701 (3754 maschi e 4947 femmine), pari all’1,9% in più dell’anno precedente. Trend che schizza al +19,1% nel medio periodo.

Superiori, più iscritti

E se crescono gli universitari, in contemporanea aumentano anche i liceali: +3,9% su base annua e +16,8% negli ultimi cinque anni. Più iscritti anche negli istituti tecnici: +6,6% rispetto all’anno precedente, +4,6% su base quinquennale. Differente, invece, il trend negli istituti professionali che se vedono salire gli iscritti su base annua, +1,5%, nel medio periodo li vedono calare del 6%. Complessivamente, il 2021/2022 ha visto un 47,5% di studenti iscritti ai licei, un 29,8% agli istituti tecnici e un 22,7% agli istituti professionali. Concentrati principalmente al liceo scientifico (20,5% degli iscritti alle scuole superiori), all’Iti (13,8%), all’istituto tecnico commerciale (11,0%), e al professionale per i servizi alberghieri e la ristorazione (10,7%). Nel 2020 (anno più recente di disponibilità dei dati) sono stati 40 i diplomati all’Istituto Tecnico Superiore per le “Tecnologie innovative per i beni e le attività culturali – Turismo”. Ma se su base annuale gli alunni delle scuole superiori crescono del 4,1% (+7,2% nel quinquennio), alle elementari calano del 3,6% (-9,7%) e alle medie del -0,2% (+6,3% invece negli ultimi cinque anni). Tutto questo su un totale di 140 scuole (121 statali e 19 paritarie) e su una popolazione scolastica di 40.905 unità (2021/2022): il 35,9% alle elementari, il 24,3% alle medie e il 39,8% alle superiori.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui