Rimini, una pulsantiera per manomettere il tachigrafo: quasi 2mila euro di multa al camionista

La polizia stradale con la collaborazione del reparto cinofili della polizia locale di Rimini ha effettuato un servizio congiunto volto al controllo del trasporto di merci nazionale ed internazionale.
Presso il casello di Rimini Nord sono stati controllati 51 veicoli pesanti adibiti al trasporto di merci. Le verifiche hanno riguardato sia aspetti strettamente connessi alla guida (tempi di guida, cronotachigrafi, efficienza dei dispositivi di equipaggiamento) che documentale.
Gli agenti hanno accertato in totale 33 violazioni che hanno riguardato i riposi sui tempi di guida, la velocità eccessiva rilevata dai tachigrafi, la non corretta compilazione dei fogli tachigrafici.
In particolare, i dati del cronotachigrafo di un mezzo pesante mostravano diverse irregolarità: i poliziotti all’interno di un autotreno hanno scoperto un sensore che, tramite pulsantiera, inibiva il regolare funzionamento del cronotachigrafo.
In particolare, il congegno non permetteva la registrazione delle velocità eccessive e dei mancati tempi di riposo permettendo così di eludere ogni controllo.
al conducente sono stati immediatamente ritirati i titoli abilitativi alla guida e contestata la specifica violazione di circolazione con cronotachigrafo alterato che prevede la sanzione amministrativa di 1.698 euro.
Sanzionato anche un conducente di un veicolo industriale adibito al trasporto di materie pericolose non in possesso dell’equipaggiamento specifico.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui