Rimini, un chilo di carbonara da mangiare in 25 minuti: che sfida al Bounty

In occasione del Carbonara Day del 6 aprile, la Riviera di Rimini lancia il guanto di sfida a tutti i puristi e divoratori seriali di uno dei piatti più amati della cucina, a Roma e nel resto del mondo. Una sfida in stile ‘Man vs. Food’ è quella in programma nella serata di mercoledì al Bounty di Rimini. Un locale, quello guidato dal patron Giuliano Lanzetti, che in fatto di cucina non ha nulla da invidiare alle tradizionali osterie che sono il vanto della capitale e dei suoi abitanti: oltre 19mila sono le porzioni di carbonara (una ricetta segreta ed esclusiva che si tramanda da oltre trent’anni) servite ogni anno dall’iconico ristorante sul lungomare riminese.

La sfida del 6 aprile prossimo consiste in una batteria composta da tre concorrenti che dovranno terminare una “Maxi Carbonara” del Bounty dal peso esatto di un chilo 1 Kg (condimenti inclusi) entro il termine massimo di 25 minuti. Un’impresa che metterà a dura prova le mascelle e lo stomaco degli agguerritissimi contendenti che si daranno battaglia a colpi di forchetta. Il vincitore sarà colui che riuscirà a terminare la colossale porzione di spaghetti fumanti entro il termine stabilito e prima degli altri concorrenti: l’eroe verrà incoronato ‘re della carbonara’.

Le iniziative del Bounty, però, non si fermano qui. La carbonara da anni infatti è in assoluto il piatto più venduto e gettonato della Nave del Divertimento riminese. Ecco perché lo staff del locale ha deciso di lanciare una speciale promozione, attiva tutti i mercoledì, così da offrire a quanti più buongustai possibili l’opportunità di banchettare con la sua leggendaria pasta. Per usufruire della promozione basterà comunicare, al momento dell’ordinazione, la parola d’ordine al cameriere: “carbonaraday”. Al tavolo come per incanto arriveranno due porzioni di carbonara… al prezzo di una.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui