Rimini. Test del Metromare: botta e risposta tra Pullè-Majolino e Santi

RIMINI. Continuano a sollevare polemiche a proposito del test di soccorso del Metromare i capigruppo delle liste a sostegno della sindaca di Riccione Renata Tosi: Fabrizio Pullè di Noi riccionesi e Sara Majolino di Lista civica Renata Tosi. “Meglio tardi che mai, potremmo dire – scrivono in una nota -. Quindi quando noi, unitamente ai sindacati, chiedevamo che si svolgessero delle verifiche e delle prove di sicurezza, e ci fu risposto che era tutto a posto… forse stavamo solo sognando. E se non abbiamo sognato, perché le prove che vengono fatte oggi, per la sicurezza, prima non sono state ritenute necessarie?”. E ancora: “Parrebbe logico (ma la logica, a volte, svanisce…) dapprima effettuare tutti i test di sicurezza, e solo a risposta positiva mettere in esercizio un’opera”.

La risposta arriva al presidente della Provincia Riziero Santi che stronca sul nascere la discussione: “Per non dare spazio a strumentalizzazioni – premette -. Una esercitazione di intervento di soccorso in emergenza su Tpl Metromare non è una tardiva prova autorizzatoria. Una esercitazione di soccorso serve per registrare e testare un intervento in emergenza di più soggetti. Come una esercitazione di terremoto in una scuola. Non viene fatta prima di aprire la scuola ma è buona prassi farla periodicamente in esercizio. Si testa la qualità dell’intervento di soccorso, non la qualità strutturale della scuola. Ogni altra affermazione è pura speculazione”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui