Saranno circa tremila le famiglie a beneficiare, potenzialmente, del taglio delle tariffe per le mense scolastiche nei prossimi due mesi di novembre e dicembre. Un intervento straordinario – a cui l’amministrazione comunale ha dedicato 420 mila euro – e dedicato esclusivamente a queste due mensilità, per sostenere le famiglie in un periodo complicato, in cui la ripresa scolastica si incrocia con le difficoltà economiche del momento. L’obbiettivo è permettere a tutte le famiglie che ne hanno bisogno di continuare ad usufruire delle mense scolastiche riminesi, incentrate su un menù biologico di alta qualità. Stiamo parlando di un potenziale di circa 677 mila pasti tra scuole d’infanzia e nidi comunali (0-6 anni), le scuole d’infanzia statali e le scuole primarie statali.
Il beneficio potrà arrivare ad un massimo di 150 euro a famiglia, in proporzione al numero di pasti effettivamente consumati. Per accedere è necessario presentare l’Isee che, a seconda del ciclo scolastico frequentato, ha soglie di accesso diversificate.

Argomenti:

COMUNE RIMINI

mensa

scuola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *