Rimini, stupido hotel show: in gara anche l’arbitro di wrestling e la fotografa

Continua la presentazione dei protagonisti dello Stupido Hotel Show, la vacanza di 5 giorni a 1 euro a notte che il direttore dello Stupido Hotel di Rimini Fabio “Siva” è pronto ad offrire dal 2 al 29 giugno a tutte le coppie che accetteranno di trascorrerla in diretta streaming 24 ore al giorno. La seconda coppia scelta da Fabio è formata da Jhonny Puttini, 30 anni, arbitro di wrestling ed ex telecronista TV della medesima disciplina (conosciuto anche per le sue partecipazioni ad Avanti un altro e Tu si que vales), e da Santhel della Sale, 30 anni, artista e fotografa di wrestling, residenti a Bovolone, in provincia di Verona.

«Abbiamo deciso di partecipare al casting per provare una nuova esperienza assieme – raccontano –. Esperienza con cui, tra l’altro, speriamo di portare nuovamente in tv il wrestling, che in Italia ha goduto di grandissima popolarità, ma soprattutto di portare un po’ di allegria nelle case della gente».

«Cerco ovviamente un po’ di notorietà – non nasconde Jhonny –, un importante ed originale riflettore, e questa mi sembra l’occasione perfetta».

Nel frattempo, la prossima settimana Jhonny partirà per una tournée negli Stati Uniti, primo arbitro italiano di wrestling chiamato ad arbitrare una serie di incontri fra Pittsburgh (Pennsylvania), Staten Island (New York), Saint Petersburg (Florida), Gadsen (Alabama), San Diego (California), Bedford (Texas) e Detroit (Michigan).

«Quando ci hanno comunicato di averci scelto abbiamo fatto i salti di gioia – aggiunge –. Santhel è abituata a stare dietro alla telecamera e sono felice che la sua prima esperienza da protagonista sia al mio fianco. Sono sicuro che saremo una coppia divertente, perché abbiamo due caratteri e personalità diverse, ed allo stesso tempo abbiamo tanto da raccontare artisticamente, e questa può essere la formula giusta per del sano, spontaneo e divertente intrattenimento».

«Ovviamente siamo anche appassionati di Vasco Rossi – sottolineano – e partecipare ad un reality che prende il nome da una sua canzone rende l’esperienza ancora più magica».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui