Il gruppo delle psicologhe e psicoterapeute impegnate nel progetto

RIMINI. Aprire uno spaccato nelle menti degli adolescenti giunti in Italia da Paesi lontani, indagarne i disagi e nutrirne le speranze. La serata intitolata “Poesia musica e azione” punta a promuovere riflessioni ed empatia verso la situazione esistenziale dei giovani migranti che, spesso lontani dagli affetti e in un contesto diverso da quello di origine, possono rimanere privi di punti di riferimento. “Poesia musica e azione”, in programma per domani sera alle 21 a Spazio Tondelli a Riccione, si inserisce infatti all’interno del progetto “Adolescenti e Migranti”, parte della XXII edizione della rassegna “Da qualche parte tra musica e psicanalisi”. Obiettivo del progetto è proprio la prevenzione e il riconoscimento del disagio e della sofferenza nel percorso adolescenziale, per stimolare il senso di solidarietà e l’integrazione.

Parole poetiche, musica, movimento sono infatti gli ingredienti principali della serata, per favorire la creazione di uno spazio accogliente per la crescita emotiva dei ragazzi. Spazio apposito sarà dedicato alla band bolognese Psicantria, (composta da Gaspare Palmieri, psichiatra e cantautore, Cristian Grassilli, psicoterapeuta e cantautore, e Lorenzo Mantovani) che eseguirà brani estratti dal “Manuale di psicopatologia cantata” e della “Neuropsichiatria infantile” sul tema dei disagi psichici in adolescenza. Oltre a quello di domani sera, la rassegna prevede altri due appuntamenti: quello del 24 febbraio, sempre allo spazio Tondelli, e quello del 23 marzo al teatro degli Atti a Rimini.

L’evento previsto per domani sera è stato realizzato con la collaborazione di Spi, Società psicoanalitica italiana, Sipsa, Società italiana di psicodramma analitico, Centro didattico Bologna-Rimini, Coirag, Associazione Arcobaleno, Associazione Margaret e Istituto scienze dell’Uomo progetto interazioni, le cooperative Cad e Centofiori, assessorato al Turismo, Comune di Riccione e Spazio Tondelli. Determinante anche il contributo delle scuole Cesare-Valgimigli ed Einaudi di Rimini e Volta Fellini di Riccione, che si sono occupati della rappresentazione grafica della rassegna. Nel comitato organizzativo ci sono invece le psicoanaliste Cinzia Carnevali, Rita Arianna Belpassi , Roberta Savioli, Sonia Saponi, Stefania Fabbri, Silvia Cicchetti, Gabriella Vandi, Lidia Mulazzani, Laura Ravaioli, Roberta Secchiaroli, Sabrina Ronchi e Claudio Roncarati.

Argomenti:

migranti

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *