Rimini, striscia nella sabbia per rubare: un altro “ladro-salamandra” nella rete dei Carabinieri

Un’altra “salamandra” finisce nella rete della giustizia grazie al lavoro dei Carabinieri della Stazione di Rimini Porto, impiegati la scorsa notte nel servizio di prevenzione e repressione dei reati predatori nella spiaggia tra la rotonda di Parco Fellini ed il Piazzale Boscovich. e’ stato così arrestato C. K., 21enne gambiano. Il giovane, approfittando dell’oscurità ed utilizzando la così denominata tecnica della “Salamandra”, dopo essersi cosparso di sabbia al fine di mimetizzarsi nella spiaggia, strisciava fino alla brandina dove veniva sorpreso e bloccato dai militari operanti, subito dopo aver asportato la borsa contenente danaro, documenti e telefono cellulare ad una turista tedesca 20enne, che l’aveva lì appoggiata mentre si intratteneva con amici. Condotto in caserma, C.K. è stato dichiarato in arresto e, espletate le formalità di rito, è stato condotto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Rimini Principale. A seguito dell’udienza, l’autorità giudiziaria di Rimini ha convalidato l’arresto e l’extraue veniva liberato in attesa del processo il quale è stata fissato per il 18 agosto.

Ladro trovato con una borsetta subito dopo il furto

Sempre la scorsa notte, i Carabinieri hanno arrestato L. M., 27enne marocchino, sorpreso con in mano una borsa, contenente danaro, documenti e telefono cellulare, appartenente ad una turista straniera. Il 27enne, all’atto del controllo, forniva inoltre ai militari false generalità sulla propria identità personale poiché quelle veritiere venivano accertate successivamente mediante i debiti riscontri di polizia. Condotto in caserma, L.M. è stato dichiarato in arresto e, espletate le formalità di rito, è stato ristretto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Rimini Principale. A seguito dell’udienza, l’A.G. di Rimini ha convalidato l’arresto e l’extraue condannato alla pena di mesi 6 di reclusione, con il beneficio della sospensione condizionale.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui