Rimini. La storica pasticceria “Tino” chiude martedì

RIMINI. Non è un addio, ma solo un arrivederci. Il sei gennaio è l’ultimo giorno di lavoro per “Tino”, da martedì sette niente più paste e pasticcini, panettoni e pandori, per non parlare delle colombe pasquali. Chiudono entrambe le pasticcerie, quella storica in via IV Novembre e quella più recente in viale Amerigo Vespucci. Lo annuncia Davide Carlini, figlio di Martino detto “Tino” che nel 1966 aprì la prima “casa dei dolci” in centro.

I particolari sul Corriere Romagna oggi in edicola.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui