Rimini. La startup del pesce fresco: dalla rete alla cucina già pulito

Un’idea nata dall’esperienza quotidiana. La proposta a un gruppo di amici. Un piccolo budget iniziale. Il coinvolgimento di alcuni pescatori riminesi. Era il 2018 e “Orapesce” nasceva così. Una startup che nel giro di appena tre anni è diventata punto di riferimento nell’e-commerce del pesce, pulito dalla testa alla coda. Pronto per essere cucinato e mangiato. Senza tanti problemi. Senza tanti impazzimenti. E da qualche mese, giusto per non farsi mancare nulla, per chi vuole, ci sono anche i sughi pronti della chef Valentina Amati. Una scommessa che a guardare i numeri è stata vincente perché oggi “Orapesce” ha 200 soci – tra cui un fondo di investimento della galassia Azimut – che hanno scommesso nell’ultima campagna di fund raising chiusa con oltre un milione e duecentomila euro raccolti. Con 4.500 clienti sparsi in tutta Italia. Ideatore e attuale Ceo è il 47enne riminese Giacomo Bedetti.

L’idea di “Orapesce” come nasce?


«Dall’esperienza quotidiana. Nel 2018 lavoravo in un grosso istituto bancario ed ero alle prese con un Executive Mba al Mip di Milano. Ogni giorno vedevo come la filiera corta, tradotta nel campo della frutta e verdura, portava a risultati strabilianti, economicamente parlando. Da buon riminese ho iniziato a pensare a come potesse declinarsi la stessa offerta, ma con un prodotto tipicamente della nostra terra. E cosa c’è di caratteristico, oltre alla piadina, se non il pesce? Il nostro pesce dell’Adriatico. Da lì è partito tutto».


La vostra offerta, però, ha una caratteristica ben precisa.


«Sì, vendiamo pesce fresco e pulito. Dalla testa alla coda. Pronto per essere mangiato o congelato. E anche in questo caso l’esperienza quotidiana è stata fondamentale. La vita frenetica che viviamo ci costringe a concentrare il nostro tempo. Se acquisti il pesce in pescheria o al mercato, lo devi portare a casa e ti devi mettere a pulirlo. Ed è una perdita di tempo. Con Orapesce non solo hai il prodotto che desideri mangiare, ma ti arriva già pulito… e con la garanzia di provenienza e certificazione della catena del freddo!».


Facciamo un esempio pratico. Ho voglia di mangiarmi un po’ di pesce, cosa devo fare?


«Per prima cosa bisogna collegarsi al nostro sito, orapesce.it e da lì andare sulla pagina dei prodotti, scegliere la quantità e inserire il tutto nel carrello, indicando il giorno di consegna e la fascia oraria preferita. Noi ci approvvigioniamo prioritariamente dalle cooperative dei pescatori tra Cesenatico e San Benedetto del Tronto: persone che ogni mattina si alzano prima che il sole sorga, salpano per il nostro mare e fanno ciò che amano di più. Il prodotto viene portato a Riccione dove ci affidiamo al laboratorio Little Fish per pulirlo e confezionarlo. Il tutto in assoluta sicurezza e rispettando tutte le norme sanitarie e la regolamentazione anti Covid. L’ultimo segmento della catena è la consegna: l’ordine viene caricato sui mezzi Atp e portato a casa del cliente».


E questa idea lei l’ha proposta ai suoi amici.


«Esattamente. Appena ho avuto ben chiaro il progetto complessivo, ho preso la macchina, sono venuto a Rimini, perché da diversi anni vivo fuori, e ho contattato gli amici di una vita. Ho presentato loro l’idea, è piaciuta, abbiamo messo fuori tutti una piccola cifra e ci siamo detti: stiamo a vedere come va».


Beh, direi bene se il fondo Azimut ha deciso di investirci 600.000 euro.


«Si – avevamo e abbiamo ben chiaro il percorso finanziario importante da fare per affermare una piccola startup nel mercato delle famiglie italiane ed internazionali . Nell’e-commerce del pesce siamo in grande ascesa e il nostro obiettivo è quello di diventare non solo un punto di riferimento per il mercato italiano, ma anche per quello estero. Attualmente abbiamo sette dipendenti, duecento soci e oltre 4.500 clienti. Diciamo che in appena tre anni, di strada, ne abbiamo fatta».


Tanto che avete iniziato anche una partnership con una chef di livello internazionale come la riminesissima Valentina Amati.


«L’incontro con Valentina è stata la classica ciliegina sulla torta. Siamo riusciti a unire la tradizione con l’innovazione dando vita a Insieme, una linea di prodotti di gastronomia ittica che esalta i nostri valori romagnoli: convivialità, inclusività e condivisione. Si tratta di vere e proprie specialità gastronomiche, realizzate in vasocottura: dall’antipasto al secondo, sono ricette tutte da scoprire e assaggiare».

 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui