Rimini, sta per buttarsi dal tetto del condominio: donna salvata dai poliziotti

Nel cuore della notte scorsa, il personale della Polizia di Rimini ha tratto in salvo una donna che tentava di compiere un gesto estremo lanciandosi nel vuoto. Nello specifico, alle 3 è giunto al numero di emergenza della Questura di Rimini – 112 NUE – la telefonata di una donna che, in stato confusionale, chiedeva aiuto.

I poliziotti, giunti immediatamente sul posto, entravano nel palazzo indicato e molto velocemente, salivano le scale fino al terzo ed ultimo piano notando che la porta d’ingresso di un appartamento risultava leggermente aperta. Senza perdere tempo, gli agenti accedevano all’interno dell’abitazione, che si presentava completamente a soqquadro con la televisione accesa e le luci spente. In una camera da letto, in una culla, dormiva una bimba di circa un anno.

Vista la stranezza della situazione i poliziotti si sono diretti sul tetto del condominio dove scorgevano sul cornicione una donna rivolta verso il vuoto che faceva presupporre che da lì a poco si sarebbe lanciata. Incuranti del pericolo, gli agenti afferravano alle spalle la donna in prossimità del parapetto, salvandola, nonostante la stessa continuasse a divincolarsi con forza opponendosi ai poliziotti. La donna insieme alla neonata veniva quindi trasportata, con l’ausilio del personale sanitario, presso il locale Pronto Soccorso per le cure necessarie.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui