Rimini, spaccio di droga e bastonate a chi non pagava: due arresti e 42 kg di hashish sequestrati

I militari del Comando Provinciale dei Carabinieri e della Guardia di Finanza di Rimini, alle prime luci dell’alba di ieri, hanno tratto in arresto, in esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare, due soggetti, un 41enne residente a Napoli, dove è sottoposto alla misura degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico ed un 42enne brindisino residente a Rimini in carcere.

I provvedimenti scaturiscono da approfondite indagini, condotte anche con ausili tecnici, totalmente condivise dall’Autorità Giudiziaria riminese, che hanno permesso di dimostrare come i due avessero organizzato un efficiente sistema per la cessione di ingenti quantitativi di stupefacente (cannabinoidi e cocaina) ed avessero la disponibilità di somme pari a 68 mila euro, frutto dei reati di estorsione, lesioni personali e detenzione illecita di sostanza stupefacente.

La attività condotte dai Carabinieri hanno fatto emergere come i due fossero in grado di soddisfare le richieste, in taluni casi con periodicità cadenzata, dei propri clienti e sempre in quantità superiore alla decina di grammi fino anche all’etto a cessione, per controvalori fino a 2.500 euro a transazione.

Aggressione con un bastone: naso rotto e frattura dell’ulna

Nello stesso contesto, i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza, avevano accertato che il 41enne campano aveva commesso un’estorsione aggravata a Rimini ad agosto del 2021. L’episodio sarebbe avvenuto all’interno di un locale pubblico sull’arenile di Rimini, con violenza fatta di calci e pugni, nonché con l’utilizzo di un bastone, causandole un trauma cranico commotivo, la frattura delle ossa nasali e la frattura scomposta dell’ulna sinistra, così da costringerla a pagare il corrispettivo di plurime cessioni di droga.

Con l’ordinanza emessa dal GIP del Tribunale di Rimini, il 41enne è stato sottoposto ai domiciliari con l’ausilio dei Carabinieri della Stazione di Napoli-Rione Traiano, mentre il 42enne è stato associato al carcere di Rimini dai Carabinieri della Stazione di Bellaria – Igea Marina. Le Fiamme Gialle riminesi hanno, invece, effettuato il sequestro preventivo di un’autovettura e di disponibilità finanziarie per un totale complessivo di circa 68 mila euro.

Sequestrati 42 kg di hashish

Durante le operazioni di cattura del soggetto riminese i Carabinieri della Compagnia di Rimini, grazie al supporto delle unità cinofile di Bologna, hanno eseguito una perquisizione domiciliare rinvenendo e sequestrando 42 kg circa di hashish suddivisa in panetti e ovuli, con potenziali introiti illeciti di centinaia di migliaia di euro.

I beni sono stati sottoposti a sequestro preventivo in relazione al disposto di cui all’art. 240 bis c.p., poiché in ipotesi d’accusa di valore sproporzionato rispetto al reddito dichiarato da uno dei due indagati.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui