RIMINI. Due anni e tre mesi di reclusione, più trentamila euro di multa. È la pena che il giudice del Tribunale di Rimini, Raffaella Ceccarelli, ha inflitto a un pensionato riminese di 75 anni, riconosciuto colpevole di maltrattamenti nei confronti della moglie malata.
Secondo l’accusa l’uomo, dopo venticinque anni di matrimonio, avrebbe improvvisamente smesso di accudire la donna, afflitta da una patologia degenerativa, perché s’era invaghito di una donna, straniera, più giovane.

I particolari sul Corriere Romagna oggi in edicola

Argomenti:

amante

giovane

malata

maltrattamenti

moglie

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *