Rimini, si rafforza il ruolo del Garante dei detenuti

A Rimini cambiamenti in arrivo per garante delle persone private della libertà personale del Comune. Tanto per cominciare, l’incarico durerà cinque anni invece di tre e avrà una maggiore dotazione finanziaria per sostenere i costi di funzionamento dell’ufficio, ferma restando la natura gratuita dell’incarico. Inoltre il garante si potrà avvalere di una struttura organizzativa (che dovrà individuare la Giunta) e del supporto del personale del Comune.

Le novità sono state approvate in commissione modificando il precedente regolamento e per l’assessore comunale alla Protezione sociale, Kristian Gianfreda, servono “per assicurare una maggiore integrazione della comunità, garantire i diritti dei detenuti e limitare i casi di recidiva”. I ritocchi spiega infatti il Comune, “hanno lo scopo di rendere maggiormente efficiente e strategico il ruolo del Garante rispetto al passato nell’interesse dei carcerati e, di riflesso, della comunità”. Si cambia così il regolamento 2014 per “superare alcune criticità riscontrate nel funzionamento dell’Ufficio negli anni passati, e migliorare le condizioni di vita e di inserimento sociale delle persone detenute”, aggiunge Gianfreda. “Abbiamo circa 130 persone che scontano la pena ai Casetti e circa 900 in pene alternative sul nostro territorio provinciale”, dà le cifre l’assessore, ricordando che il garante è una figura che deve “garantire che i diritti dei detenuti non vengano calpestati e, allo stesso tempo, assicurare che, una volta libere, queste persone abbiamo una possibilità di essere integrate evitando di compiere altri reati”.

Con un approccio preventivo, quindi, si vuole “garantire una maggiore coesione della collettività innalzando il livello di sicurezza e impedendo a monte, per quanto possibile, il ripetersi di situazioni illecite”. Tutto questo è supportato da una serie di azioni e progetti tra il Comune, l’Eupe e della casa circondariale “che presto metteremo in campo”, conclude Gianfreda. “A febbraio del prossimo anno, inoltre, in accordo con la presidente del Consiglio comunale, verrà indetta una seduta tematica su questi temi”

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui