Rimini, serve alcolici a un minorenne: multato un locale di Marina centro

Erano seduti al tavolino di un locale a Marina centro i 5 giovani riminesi (fra cui un minorenne) e avevano ordinato 5 bevande alcoliche al cameriere che, poco dopo, le ha servite senza alcuna verifica sull’età degli avventori. Una violazione subito contestata dalla Polizia al proprietario del locale, dopo aver identificato il minore, alla quale poi se ne sono aggiunte altre di tipo amministrativo. Come prevede la procedura sono stati avvisati immediatamente i genitori del minore, i quali hanno ringraziato ampiamente gli agenti per il servizio svolto.
Quello di ieri sera è solo uno dei tanti servizi svolti dalle donne e dagli uomini della Polizia locale di Rimini che, con cadenza fitta, organizzano servizi a contrasto del fenomeno della diffusione dell’alcol.

La Polizia Locale di Rimini anche nei giorni della scorsa settimana ha organizzato diversi interventi di questo tipo nei turni serali e notturni, aggiunti agli altri fronti di presidio del territorio per garantire la sicurezza urbana. Fra questi, venerdì sera si è svolto un controllo su tutto il territorio da nord a sud,  che si è concentrato nelle vicinanze dei minimarket, dove sono state riscontrate in tutto 8 violazioni di cui 6 fra marina centro e Miramare, per la vendita di bevande alcoliche in vetro dopo le 22 e altre 2 contestate a Miramare per la vendita di alcol dopo la mezzanotte. Sono infatti tanti i giovani – spesso minori – che si servono in questi esercizi e poi vanno in altri luoghi come la spiaggia per consumare le bevande alcoliche, in alcuni casi consegnandole a minori disposti a pagare una commissione sull’acquisto. Un fenomeno che si sta diffondendo che la polizia sta monitorando in attesa di trovare uno strumento amministrativo – come già accaduto in altre città – adatto a punire i maggiorenni che si mettono disposizione per l’acquisto.
Le sanzioni per gli esercizi di vicinato che vendono alcool dopo le 24 e per i pubblici esercizi (dopo le 3 e fino alla 6) vanno da 5000 a 20000 euro, con la recidiva nel biennio che prevede la sospensione dell’attività da 7 fino a 30 giorni. Le sanzioni per la vendita o somministrazione di alcolici a minori vanno da 250 a 1000 euro e raddoppiano in caso di recidiva fino all’arresto per somministrazioni a minori di anni 16. I controlli della Polizia Locale riguardano anche la vendita in contenitori di vetro dopo le ore 22, punita con la sanzione prevista dal Regolamento di Polizia Urbana di oltre 1000 euro.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui