Rimini, sequestrati e donati alla Caritas 24 kg di pesce

Militari della Capitaneria di porto di Rimini e personale veterinario dell’Ausl Romagna, ieri mattina hanno eseguito un servizio congiunto di controllo al mercato coperto. Obiettivo: verificare che il prodotto pronto per essere immesso in commercio fosse conforme alle norme europee e nazionali per la prevenzione e la repressione degli illeciti sulla pesca, nella tutela degli stock ittici, delle specie protette e dell’ecosistema nonché a garantire la costante tutela della legalità a favore soprattutto del consumatore.

Durante i controlli è stata accertata una violazione amministrativa sul rispetto della normativa relativa alla taglia minima del prodotto ittico; nello specifico sono stati sequestrati circa 24 chili di pescato pronto per essere conferito la mercato ma risultato inferiore alla taglia minima consentita di 20 centimetri.

Al trasgressore è stato contestato un illecito amministrativo in violazione della normativa, nazionale ed europea, che fissa per ogni specie di prodotto ittico una taglia minima di riferimento per la cattura e prevede una sanzione pecuniaria da 250 a 1.500 euro; inoltre, sarà applicata la sanzione accessoria dell’assegnazione di 5 punti di “demerito” sulla licenza di pesca dell’unità che ha sbarcato il prodotto ittico sotto misura e al suo comandante.

Il pesce è stato prontamente devoluto in beneficenza alla Caritas di Rimini.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui