Rimini. Senza patente semina il panico e investe ciclista

Gli investigatori della Squadra mobile di Rimini erano certi nascondesse in auto qualche cosa di molto compromettente. Per questo motivo anche loro mercoledì sera si sono messi alla caccia del 37enne, vecchia conoscenza della giustizia riminese, che nel volgere di una trentina di minuti è rimasto coinvolto in tre incidenti stradali. Schianti che solo per pura fortuna non hanno avuto conseguenze più gravi.

La caccia

La prima nota di ricerca del pirata della strada che era alla guida di una Bmw di colore bianco, è iniziata quando l’automobilista inibito alla guida perché privo della patente, ha investito un ciclista in via Pascoli. Soccorsa e trasportata in ospedale con un’ambulanza del 118 la vittima che per fortuna, come detto, non ha riportato gravi ferite, la centrale operativa della Polizia locale ha diramato la nota di ricerca a tutte le forze dell’ordine. Una manciata di minuti e la Bmw è stata nuovamente avvistata da diversi testimoni a Rivazzurra in zona Fiabilandia. Qui l’autista, complice una manovra azzardata, ha perso il controllo della vettura e dopo aver sbandato ha speronato tre auto in sosta ai bordi della strada. Tutto finito? Niente affatto. Raggiunta la prima rotonda il pirata è tornato sui propri passi ed ha ripreso via Ugo Bassi diretto verso il centro città dove, alla rotonda di via Pascoli, ha avuto il terzo e ultimo incidente, preludio alla sua “cattura”. Un equipaggio dell’Ufficio prevenzione generale soccorso pubblico della Questura lo ha intercettato e bloccato, definitivamente, all’incrocio Pascoli-Flaminia. L’identificazione del pirata da parte della Volante, come detto, ha messo in moto anche l’Antidroga della Squadra mobile. Gli investigatori di piazzale Bornaccini si sono precipitati a controllare l’auto. Una perquisizione minuziosa che si è conclusa con un nulla di fatto. Non avendo trovato prove di qualche reato extra rispetto a quello della guida spericolata e senza patente, la prosecuzione dell’attività è passata per competenza all’Infortunistica della Polizia locale.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui