Rimini, si sceglie il sindaco in 16 comuni. Al voto 83mila cittadini

RIMINI. Alle elezioni comunali di domani, la mappatura nel Riminese vedrà alle urne 16 comuni su 25. Insieme ai 16 sindaci saranno eletti anche 188 consiglieri comunali, saranno invece 83mila i cittadini chiamati a esprimere la propria preferenza e 96 le sezioni elettorali. Particolare la situazione di Maiolo, Talamello e Casteldelci, dove per la prima volta corre una sola lista, quindi il candidato avrebbe già la vittoria in tasca, ma è necessario che voti il 50% più uno degli elettori. Per le europee sono invece chiamati al voto 269.146 elettori (130.265 maschi e 138.881 femmine) che si esprimeranno nelle 324 sezioni della provincia.

Valmarecchia
Come diceva un noto spot Rai, “Di tutto e di più”. In tempi di slogan, potrebbe essere questo il claim delle elezioni amministrative in vallata, dove non ci si fa mancare niente. O quasi, visto che l’unica assenza è quella di una lista certificata Movimento 5 Stelle. A Verucchio va in scena per la prima volta la “scissione” del centro sinistra, con la sindaca uscente Stefania Sabba alla guida della lista civica Impegno Civico per Verucchio, Verucchio Domani che governa dal 1995 con il Pd al suo interno ad affidarsi a Christian Maffei e la destra a sostegno di Roberto Baschetti in Immagina Verucchio. “Triplete” anche a San Leo, dove la sfida a tre mancava da 15 anni: il vice sindaco uscente Leonardo Bindi raccoglie il testimone da Mauro Guerra e con San Leo Progetto Comune sfida Pietro Franesi e la lista Cambiare San Leo e Alessandro Tosarelli di Siamo San Leo. Per il canonico testa a testa bisogna rivolgersi a Poggio Torriana e Sant’Agata Feltria, teatro della situazione più “teatrale”. Nel primo caso, il centro sinistra è compatto per Ronny Raggini in Uniti per Poggio Torriana e ha per antagonista la lista civica Poggio Torriana Adesso che candida Monica Brigliadori. Nel secondo, le due liste in corsa sono capitanate da Guglielmino Cerbara e Paolo Ricci. Cosa c’è di strano? Il primo sta chiudendo il secondo mandato da sindaco appoggiato dal Pd e punta al tris con Cittadini Santagatesi Uniti (nei Comuni sotto i 3000 abitanti è consentito), ma sulla sua strada trova quello che è il suo vice da 10 anni in rappresentanza della Lega ed è oggi a capo di Avanti Insieme per Sant’Agata Feltria. Corsa invece solitaria a Talamello per Pasquale Novelli, a Casteldelci per il vice sindaco Fabiano Tonielli e a Maiolo, dove il bi-primo cittadino uscente Marcello Fattori si presenta a sua volta per il tris e la corsa è per portare più di un cittadino su due al seggio.
Santarcangelo

All’ombra del Campanone, la sfida è a quattro. Un poker di candidati sindaco con una sfilza di liste a loro sostegno. La prima cittadina uscente Alice Parma ha riunito l’intero centro sinistra e si (ri)presenta a capo di una coalizione tripartita composta dalla sua lista civica ribattezzata Più Santarcangelo, dal Partito Democratico e da PenSa-Una Mano per Santarcangelo nata dalla fusione delle esperienze della neonata Pensare Santarcangelo e di quell’Una Mano per Santarcangelo nell’ultimo decennio all’opposizione.

A fronteggiarla ci sono il medico Domenico Samorani (sostenuto dalle liste civiche Un bene in comune e Santarcangelo in comune e da quelle della Lega e di Forza Italia), l’ex candidata sindaca per il Movimento 5 Stelle Sara Andreazzoli con la lista AttiVamente Santarcangelo e la new entry Cinzia Salvatori con la neonata Rinascita Civica.

Bellaria Igea Marina
La situazione più standard è quella di Bellaria Igea Marina. Qui c’è il centro destra al gran completo, con Filippo Giorgetti che punta a raccogliere il testimone da Enzo Ceccarelli contando sul sostegno di Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Udc e della lista civica Siamo Per Bim Bellaria Igea Marina. C’è la lista certificata Movimento 5 Stelle che si affida a Danilo Lombardi e c’è infine il centro sinistra in formazione unitaria sotto la candidatura di Gabriele Bucci.

Ma con qualche particolarità anche in questo caso. Nella coalizione a tre a suo sostegno, ci sono infatti la Lista Civica Bucci Sindaco, Alternativa Democratica per Bellaria Igea Marina costituita dal Partito Democratico e Italia in Comune, la prima esperienza in Romagna dello schieramento di riferimento dell’ex sindaco di Parma uscito dai 5 Stelle Federico Pizzarotti.

Valconca
Sei comuni al voto in Valconca, 14 candidati a sindaco. In 5 comuni su 6, sarà una sfida a due per conquistare la fascia tricolore. Solo a San Clemente, sfida a 4, con due donne, le uniche di tutta la tornata elettorale in Valconca. Urne aperte domani per eleggere sei sindaci in un territorio di quasi 23 mila abitanti. I Comuni al voto in Valconca sono tutti con popolazione inferiore a 15 mila abitanti: sulla scheda è già stampato il nome del candidato sindaco, con accanto il contrassegno dell’unica lista che lo appoggia.

Per i comuni inferiori ai 5.000 abitanti, Mondaino, Montegridolfo, Saludecio, Montefiore, si può esprimere la preferenza per un candidato al consiglio comunale, scrivendo il cognome nella apposita riga sotto al simbolo della lista. Per i comuni compresi tra 5.000 e 15.000 abitanti, San Giovanni in Marignano e San Clemente, si possono esprimere una o due preferenze per i candidati al consiglio comunale. Nel caso siano due, esse devono riguardare candidati di sesso diverso della stessa lista, pena l’annullamento della seconda preferenza. Viene eletto sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti. In caso di parità di voti tra i due candidati si tornerà a votare al ballottaggio del 9 giugno. A San Clemente Mirna Cecchini si ripresenta per tentare il bis, con la lista Noi per San Clemente, di centrosinistra. Gli sfidanti per conquistare il Comune sono Sabrina Casamenti con il Movimento Cinque Stelle, Sandro Ricci con la lista civica San Clemente nel Cuore, di area centrodestra, Alfonso Scala con la lista civica San Clemente. A San Giovanni in Marignano ci riprova per altri cinque anni anche il sindaco Daniele Morelli, sostenuto da Pd, con la lista civica che porta il suo nome. A contendergli la guida della comunità marignanese, ci sarà Gabriele Ottaviani, esperto di formazione e marketing manager, con la lista Alternanza politica di centrodestra. A Montefiore Conca, la sindaca Valli Cipriani si candida per le elezioni europee. Nella sua area politica di centrodestra, si candida, con la lista Massimiliano Forlani Sindaco, il vicesindaco Massimiliano Forlani. Sull’altro fronte, la lista Insieme per Montefiore del candidato sindaco Filippo Sica. Sfida a due anche a Mondaino: Insieme per Mondaino con candidato sindaco Luigino Casadei, e Vivi Mondaino con candidato sindaco Massimo Giorgi. A Montegridolfo si ripresenta il sindaco Lorenzo Grilli con la Lista civica unitaria per Montegridolfo, contro il candidato sindaco Luca Sanchini e la sua lista civica Goccia a goccia. A Saludecio, si contendono la guida del municipio il sindaco uscente Dilvo Polidori, sostenuto dalla lista civica Insieme per il bene comune, e l’ex sindaco Giuseppe Sanchini, sostenuto dalla lista civica Saludecio Futura.

Misano Adriatico
Il comune di 12.748 abitanti rappresenta probabilmente lo scenario più incerto. Sono infatti quattro i candidati che si contendono la poltrona di primo cittadino del comune costiero. Tra questi anche una personalità dirompente come quella di Claudio Cecchetto che con la lista civica “apartitica” W Misano Viva è un outsider con tutte le carte in regola per impensierire gli avversari, a partire dall’attuale vicesindaco Fabrizio Piccioni, anch’esso sostenuto da una lista civica, Scegli Misano, che si connota nel centrosinistra. C’è poi Daniela Ruggeri, candidata del Movimento 5 Stelle e, infine, Veronica Pontis che si è presentata con una lista civica e sostenuta da Lega, Popolo della famiglia e Forza Italia. La campagna elettorale di Misano è stato indubbiamente serrata anche in considerazione che il comune, avendo meno di 15.000 abitanti, non prevede il ballottaggio pertanto, il candidato che avesse conquistato anche un solo voto in più rispetto agli avversari, diventerebbe sindaco della città.
Lo spoglio per le amministrative è previsto a partire dalle 14 di lunedì.
A cura di Nicola Strazzacapa, Thomas Delbianco e Alessandro Fiocca

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui