RIMINI. Controllo del’arenile e contrasto alla prostituzione. Questo l’obbiettivo dell’attività della Polizia locale di Rimini che, nella notte tra il 4 e il 5 agosto, ha svolto servizio nel tratto di arenile compreso tra i bagni 57 e 140. Un’operazione che ha portato alla notifica di 13 verbali (da 400 euro l’uno) per esercizio della prostituzione e all’identificazione di altre 8 persone sospette. Insieme agli agenti della Polizia locale sono stati impiegati anche Pablo e Thor, i due cani addestrati per l’ordine pubblico, in forza all’Unità cinofila.
Oltre al contrasto alla prostituzione i controlli si sono concentrati sull’ordine pubblico all’interno dell’arenile, con controlli sulla spiaggia e nel lungomare. L’intervento più significativo è stato quello che ha portato all’identificazione e all’allontanamento di 8 persone sospette che, oltre a destare l’attenzione degli agenti con comportamenti ed atteggiamenti ambigui, avevano anche accesso un falò sull’arenile, noncuranti dei divieti e dei relativi rischi.

Argomenti:

polizia locale

PROSTITUZIONE

verbali

1 commento

  1. E’ giusto.. basta non se ne può più di degrado fra le strade….. Per fortuna molte lavorano a casa nella massima discrezione e si affidano a siti internet di settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *