Rimini, ruba giacca e portafogli, poi si spaccia per un altro: arrestato

Martedì pomeriggio il personale della volante della Polizia di Rimini ha arrestato un 38enne cittadino extracomunitario e pluripregiudicato per falsa attestazione e dichiarazione pubblico ufficiale sulla identità personale. Lo straniero era stato fermato a seguito di segnalazione di un furto consumato ai danni di un imprenditore di zona che aveva lasciato incustodita la giacca, con all’interno il portafoglio, nel furgone della ditta. Sorpreso da quest’ultimo il malvivente si era dato alla fuga inseguito dal derubato che dava immediatamente l’allarme alla centrale di Polizia.

L’uomo durante l’inseguimento riusciva a recuperare la sola giacca di cui si liberava il fuggitivo per distrarre il proprio inseguitore che, infatti, lo perdeva di vista temporaneamente. Nel frattempo, interveniva con rapidità la pattuglia di zona che intercettava uno straniero somigliante alla descrizione fornita dal derubato nel centro cittadino, a poca distanza dal teatro del furto.

Bloccato l’uomo e trattenuto per i primi accertamenti il personale di volante veniva raggiunto dalla vittima che, tuttavia, esprimeva i propri dubbi non riconoscendo con certezza l’autore del furto, addosso del quale non si rinveniva il maltolto. Il personale di polizia provvedeva ad accompagnare in Questura il marocchino per concretizzare gli accertamenti e, durante le fasi di identificazione nei suoi confronti emergevano incongruenze sui dati personali declinati.

Un esame più approfondito permetteva di verificare che l’uomo aveva fornito generalità fittizie e che aveva dei precedenti di polizia, oltre ad essere colpito dalla misura cautelare del divieto di dimora a Rimini e destinatario di diversi provvedimenti di espulsione. Denunciato anche per l’insistente irregolarità nel territorio nazionale, veniva tratto in arresto per essere sottoposto nella mattinata odierna a giudizio presso il locale Palazzo di Giustizia.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui