Rimini, ruba bottiglie di liquore e poi picchia il titolare del negozio: arrestato dai Carabinieri

Ieri pomeriggio i Carabinieri della Stazione di Rimini Porto hanno tratto in arresto in flagranza, per il reato di rapina, M.A., marocchino 21enne, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti. Nello specifico i militari sono intervenuti in un esercizio di generi alimentari, sito in viale Vespucci di Rimini, in conseguenza del fatto che un individuo, probabilmente nordafricano, cercava di lasciare l’esercizio dopo aver prelevato dagli scaffali alcuni generi non di prima necessità, tra i quali anche bottiglie di liquore. Il malvivente, nel momento in cui il proprietario, si accorgeva che la persona stava cercando di lasciare il negozio senza pagare, al fine di guadagnarsi la fuga con il maltolto, non esitava ad aggredirlo con calci e pugni. Le indagini di polizia giudiziaria, immediatamente poste in essere dai militari, hanno consentito di porsi subito sulle tracce del malvivente, riuscendolo a fermare poco dopo lungo lo stesso viale, dove aveva cercato di confondersi tra i turisti.

Condotto in caserma non ha potuto fare altro che ammettere quanto contestato mentre la refurtiva veniva immediatamente restituita al legittimo proprietario. Dichiarato in stato di arresto, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Rimini Principale in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Nel corso della mattinata, a seguito dell’udienza celebratasi al Tribunale di Rimini, l’arresto è stato convalidato e l’extraUe ha patteggiato 10 mesi di reclusione e 200 euro di multa, con il beneficio della sospensione condizionale della pena.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui