Rimini, “ritorno all’Astoria”: via al tavolo di negoziazione

Con la costituzione del Tavolo di negoziazione inizia il percorso progettuale del “ritorno all’Astoria”. Un luogo, non solo un cinema, caro alla memoria di tanti riminesi che tornerà a creare socialità, cultura, innovazione, grazie ai finanziamenti ottenuti dal bando regionale “Partecipazione” (quindicimila euro) e alla creazione della rete dei partner territoriali. Il tavolo di negoziazione è costituito, oltre che dal Comune di Rimini, dall’associazione “Il Palloncino rosso” (individuata tramite l’istruttoria pubblica per la coprogettazione e la realizzazione delle attività), l’Agenzia Piano Strategico, l’Università di Bologna, il Liceo scientifico musicale Einstein, la scuola secondaria di primo grado “Bertola”, l’Associazione Team Bota. 

L’obbiettivo è quello di utilizzare cultura, creatività e partecipazione come mezzo per contrastare le disuguaglianze, favorire l’inclusione sociale e trasformare un bene dismesso in “bene comune”, favorendo forme di riuso creative e la partecipazione delle realtà del quartiere in cui è inserito. Un progetto “aperto”  e plurale di cui a breve saranno rese note le attività e i primi eventi in programma.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui