Dopo l’interruzione forzata a fine febbraio per l’emergenza sanitaria, anche la stagione di prosa è pronta a ripartire, con 24 serate di spettacolo in due mesi tra teatro Galli e Teatro degli Atti nel segno della danza contemporanea, del monologo d’autore, della commedia e della musica.

Primo atto dal 3 novembre al 20 dicembre con tanti appuntamenti di qualità. A dicembre sarà presentata la seconda parte della stagione.

Contemporaneo

Il cartellone prende il via con due degli spettacoli che erano stati annullati per l’emergenza sanitaria e che fanno parte della rassegna “E’ bal. Palcoscenici romagnoli per la danza contemporanea”: Paola Bianchi e Simona Bertozzi, coreografe e danzatrici, saranno protagoniste al Teatro degli Atti rispettivamente di “Energheia” (3 e 4 novembre) e di “Ilink. Don’t stop the dance” (7 novembre). Invece al Galli Cristina Kristal Rizzo in “Toccare. The white dance” (5 dicembre), insieme ad altri interpreti della danza contemporanea, tra cui Annamaria Ajmone.

Al Teatro degli Atti la compagnia riminese Quotidianacom di Paola Vannoni e Roberto Scappin porta in scena “Tabù” in cui la coppia affronta, con ironia tagliente e surreale alimentata da un serrato dialogo, il tema del proibito, della disubbidienza e della trasgressione (20 novembre). Quindi Il Teatro La Ribalta-Kunst der Vielfalt rilegge una fiaba della tradizione per la sua ultima creazione di teatro-danza intitolata “Un peep show per Cenerentola” (dal 10 al 13 dicembre, due recite giornaliere per 14 spettatori).

I maestri della parola

Spazio anche al teatro di parola con tre diverse proposte: Ivano Marescotti è protagonista di “Andrà tutto stretto”, monologo comico ma a tratti anche drammatico sui comportamenti, sulle abitudini e sulle considerazioni degli italiani durante il lockdown, con divagazioni attinte dalla poesia di Raffaello Baldini (Teatro degli Atti, 11 novembre). Roberto Mercadini è protagonista di “Little boy”, nome in codice della bomba atomica sganciata su Hiroshima il 6 agosto del 1945, di cui l’artista ripercorrerà la tragica storia (Teatro degli Atti, 14 novembre). Federico Buffa, celebre storyteller e giornalista Sky, torna a raccontare storie di protagonisti del Novecento. In “Due pugni guantati di nero” dà voce agli atleti statunitensi Tommie Smith e John Carlos che, alle Olimpiadi del 1968 a Città del Messico, portarono sul podio la protesta antirazziale (Teatro Galli, giovedì 17 e venerdì 18 dicembre).

Fellini 100

Per il centenario della nascita di Federico Fellini va in scena “Giulietta”, racconto del maestro che poi svilupperà nel film “Giulietta degli spiriti”, al Galli nella versione teatrale di Valter Malosti, basata sull’adattamento di Vitaliano Trevisan. Protagonista un’intensa Roberta Caronia (17 novembre).

La compagnia Artemis Danza di Monica Casadei firma con “Felliniana” un altro omaggio al maestro dopo la fortunata tournée de “I bislacchi”. Prima nazionale al Galli, sulle musiche indimenticabili di Nino Rota (12 e 13 dicembre).

Commedia e musica

Maria Amelia Monti torna a Rimini insieme a Roberto Turchetta con un testo scritto da Natalia Ginzburg, “La parrucca” (9 e 10 dicembre).

L’Orchestra di Piazza di Vittorio chiude il primo atto della stagione col concerto “Credo”, un oratorio sui temi del dialogo interreligioso su testi di José Tolentino Mendonça (20 dicembre).

Prevendita al via da sabato 24 ottobre alle ore 10 al teatro Galli di Rimini e online sul sito www.teatrogalli.it.

Argomenti:

atti

galli

rimini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *