RIMINI. Non ci stanno a passare per una località “razzista”, quindi da Viserbella tendono la mano alla famiglia di colore che ha denunciato il cameriere del ristorante “La Tana marina” per avere portato la pizza in tavola e subito dopo avere chiesto “scusa” a una immagine del Duce. I titolari dell’albergo “Conca d’oro” offrono quindi una piccola vacanza riparatrice.

“Non potevamo rimanere in silenzio quando in un esercizio commerciale della nostra piccola frazione avviene un episodio di razzismo e intolleranza – si legge sulla bacheca Facebook dell’hotel -. In primis perché facciamo ospitalità da oltre 70 anni e sapere che una famiglia di turisti è stata maltrattata e insultata solo per il colore della loro pelle ci indigna e ci fa arrabbiare. In secondo luogo come cittadini della Repubblica Italiana sapere che nella pizzeria a 300 metri da casa nostra veniva esposta in bella vista la fotografia di un dittatore che ha distrutto il nostro Paese lasciando una scia di violenza e soprusi lunga più di venti anni ribalta lo stomaco. Il minimo che possiamo fare è metterci una pezza, per questo abbiamo invitato a trascorrere un week end alla Conca d’oro la famiglia della piccola festeggiata che ha dovuto subire questa umiliazione. Perché Viserbella è un paese che ha da sempre fatto dell’ospitalità e della convivenza fra culture diverse il suo vanto. Questa è la storia della nostra terra e anche il pane di cui mangiamo”.

Argomenti:

hotel

razzismo

rimini

viserbella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *