Rimini, Pronto soccorso: “Attese di 8 ore e barelle nei corridoi”

«Attese interminabili, fino a 8 ore. Pazienti distesi su barelle lungo i corridoi. Parenti inferociti. L’emergenza è riesplosa. E non siamo ancora nel pieno delle festività di Natale e Capodanno». Il presidente dell’ordine delle Professioni infermieristiche, Nicola Colamaria, rilancia l’allarme Pronto soccorso. Paragonando la situazione di questi giorni «in particolare quella del fine settimana» a quella dell’estate scorsa, quando esplosero forti proteste per le lunghe file e per i turni massacranti degli operatori sanitari. Spiega Colamaria: «Quello che accade all’Infermi è lo specchio di quello che accade in altre città italiane. Per cui non siamo al caso isolato. Ma ad una situazione di crisi generalizzata in cui versa la sanità italiana, oggi. Basta venire al Pronto soccorso di Rimini, ma anche a quello di Riccione, un venerdì o un sabato, e so quello che dico perché lavoro al 118, per rendersene conto».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui