Rimini, primo maggio: una folla alla “Marecchia dream fest”

RIMINI. Anche Rimini, per il secondo anno di fila, ha ballato e cantato per il concerto del primo maggio. Un’occasione che mancava, un evento che serviva, e i riminesi non se lo sono fatti scappare. Da ieri mattina fino a ieri sera, all’invaso del ponte di Tiberio per il Marecchia dream fest, si sono trovate migliaia di persone per ascoltare la musica e assistere agli spettacoli degli oltre 20 artisti che si sono alternati per 12 ore non stop di canzoni e cabaret, con la conduzione del Duo Bucolico.

Il pubblico della festa al parco Marecchia (foto Diego Gasperoni)

Un primo maggio che non ha perso la vocazione sociale, grazie alla partecipazione di Andrea Capanni di associazione Operazione colomba, e Fortunato Stramandioli, impegnato sulla nave solidale della “Mediterranea save humans”, saliti sul palco per raccontare le loro esperienze. Il riminese Federico Mecozzi ha invece reso omaggio a Fabrizio De André con le sue canzoni.

srgrs

A completare l’evento organizzato da Michael Frisoni e Dario Merendino, la parte food, che passando dal sushi del Sushi corner di Santarcangelo alla piada e le tagliatelle dell’ex Bar sole ha saputo assecondare le esigenze di persone di tutte le età. Seduti ai tavoli di legno, o accovacciati sul prato su una coperta distesa, c’erano infatti ragazzi, famiglie e gruppi di anziani, tutti riuniti nella cornice del parco Marecchia, all’ombra del bimillenario ponte di Tiberio. Ad anticipare la festa, con un appuntamento marcatamente più giovane, la festa Satellite in the park, che martedì sera ha portato i dj del Satellite nel parco.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui