Rimini, prima la sicurezza: “Ecco perché ci vuole la mascherina a Capodanno anche all’aperto”

Mascherine obbligatorie anche all’aperto e accesso ai luoghi delle feste solo con il “green pass”. Sono alcune delle decisioni assunte ieri mattina in Prefettura in occasione del Comitato per l’ordine e la sicurezza. All’ordine del giorno la gestione degli eventi organizzati sul territorio in occasione delle prossime feste, in particolare Capodanno.

Hanno partecipato i rappresentanti delle forze dell’ordine e dell’Ausl, oltre ai sindaci di Rimini e di Riccione (che hanno confermato gli spettacoli di piazza previsti nei prossimi giorni).

Il prefetto Giuseppe Forlenza ha raccomandato la più «scrupolosa osservanza nell’applicazione delle disposizioni urgenti in materia di contagio». A tal fine è stato previsto un apposito gruppo di ausilio alle commissioni comunali di vigilanza che dovranno valutare i piani operativi (una seconda riunione è prevista per lunedì).

“La festa sia con voi”

In ogni caso, alcune decisioni sono già state assunte. «Nelle aree degli eventi, anche all’aperto – si legge nella nota della Prefettura – si accederà solo con l’impiego dei dispositivi individuali di protezione correttamente indossati». In sintesi: bisogna indossare le mascherine (anche all’aperto).

Inoltre. «L’accesso nelle singole aree sarà consentito, previo possesso del green pass, nel rispetto delle distanze di sicurezza e della capienza».

Saranno predisposti «appositi varchi di accesso di controllo del green pass in prossimità degli eventi e attuate modalità finalizzate a evitare assembramenti esterni al luogo dello spettacolo, una volta completata la possibilità di ingresso alla zona evento».

I sindaci adotteranno per il Capodanno ordinanze relative ai divieti di vendita di alcol e all’uso delle bottiglie di vetro. Infine le forze dell’ordine «svolgeranno azioni mirate per evitare» feste abusive o «addirittura rave party».

Occhio alla pandemia

Il dirigente medico dell’Ufficio di Igiene pubblica, continua la nota del Prefetto, ha rilevato come la curva del contagio abbia registrato negli ultimi cinque giorni una costante crescita dei casi di positività che «sollecita la massima attenzione» e invita all’uso della mascherina e al rispetto delle distanze, oltre al «controllo del possesso della certificazione verde».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui