Rimini, porta i militari in cantina ignara che il marito avesse della droga

RIMINI. Convinta che il marito non avesse niente da nascondere è stata lei stessa a riferire ai carabinieri di avere la disponibilità di una piccola cantina al piano interrato del condominio. Ed è lì che i militari, sotto una bacinella rovesciata, hanno trovato quella che la donna non sospettava neppure: un chilo di cocaina destinata al mercato della riviera. La droga era suddivisa in dieci involucri avvolti nel cellophane. Quando lei ha cominciato a tremare, terrorizzata dalle possibili conseguenze, i militari l’hanno rassicurata: cercavano solo spiegazioni da suo marito che non si trovava a Rovigo come le aveva detto, ma era a pochi chilometri da casa. «Mia moglie non c’entra con questa storia – ha detto lui per prima cosa, una volta accorso in caserma – ho avuto cinquecento euro da una persona per custodire quella busta in casa per qualche giorno: non sapevo che cosa contenesse, anche se ammetto che potevo immaginarlo». L’uomo, R. M., 25 anni, è stato fermato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I dettagli nel Corriere Romagna in edicola

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui