Rimini. La Polizia confisca beni per 250.000 euro alla ladra degli abbracci

RIMINI. Ha fatto una fortuna derubando anziani nelle proprie abitazioni o “circuendo” le vittime abbracciandole in strada per sfilargli preziosi orologi e monili in oro. Ora la giustizia le presenta il conto. Grazie alle indagini patrimoniali condotte dalla divisione Anticrimine della Questura di Rimini, il tribunale di Bologna sezione misure di prevenzione, ha ordinato il sequestro a fine di confisca di due immobili abusivi e di conti correnti per un controvalore di 250.000 euro a una nomade 64enne riminese. Si tratta del patrimonio accumulato dalla ladra a partire dal 1997 con furti pluriaggravati che le sono costati arresti e denunce a Riccione, Cesena, Milano Marittima, Padova, Urbino, Cortina d’Ampezzo. Dieci quelli accertati tra il maggio ed il settembre 2018 in provincia di Forlì-Cesena. Dopo si sarebbe ritirata dall’attività.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui