Rimini, picchia un uomo e offende gli agenti: arrestato

Nella tarda serata di ieri, personale della Polizia di Stato di Rimini ha tratto in arresto un uomo italiano per Resistenza a Pubblico Ufficiale e Lesioni Personali. Nello specifico, alle ore 23.45 una volante della Questura di Rimini mentre transitava in Viale Regina Elena, notava due soggetti discutere animatamente, uno a bordo di un’autovettura e l’altro in piedi fuori dall’auto e da lì a poco quest’ultimo sferrava un pugno al volto dell’uomo seduto in auto.

Visto lo scenario presentatosi davanti ai loro occhi i poliziotti intervenivano immediatamente per fermare l’ira dell’uomo, il quale in risposta si opponeva animatamente agli operatori con lo scopo di divincolarsi. Portata la calma, gli agenti ricostruivano la vicenda dalle dichiarazioni dell’uomo colpito al volto, dalle quali emergeva che poco prima davanti a sé un soggetto a bordo di un monopattino sbandava e occupava gran parte dalla strada. In virtù di questa condotta, lo stesso, poiché voleva superarlo in sicurezza, suonava il clacson con l’intento di riportare il soggetto ad assumere una condotta del veicolo più corretta.

A questo punto l’uomo abbandonava il monopattino si avvicinava all’auto, offendeva verbalmente il conducente e lo colpiva con un pugno.

In considerazione dei fatti accaduti, il soggetto veniva tratto in arresto in attesa del giudizio direttissimo che si terrà questa mattina alle 11.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui