Picchia la compagna perché lei si rifiuta di accompagnarlo con il motorino ad acquistare la droga. È uno degli episodi che hanno portato a processo un cittadino italiano di trenta anni, residente a Rimini, con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e violenza privata. In preda a violente crisi d’ira, forse provocate anche dall’astinenza dalla droga, lui l’afferrava per i capelli, la picchiava, la prendeva a morsi dietro la schiena.
I particolari sul Corriere Romagna in edicola

Argomenti:

droga

morsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *