Rimini. Perseguita la ex, condannato. Pena sospesa se risarcisce

Per oltre un anno, storia di cui decine di donne continuano ad essere vittime senza soluzione di continuità nonostante il pugno di ferro introdotto con il “Codice rosso”, ha trasformato la vita dell’ex fidanzata in un inferno. Per questo motivo è stato costretto all’esilio forzato (tra lui e la vittima non potevano esserci meno di 500 metri) ed è finito a processo per stalking, imputazione che ieri mattina gli è costata la condanna a un anno e 4 mesi. Una sentenza relativamente “mite” che la giudice Elisa Giallombardo ha deciso potrà essere sospesa, solo se l’odontoiatra sessantenne metterà mano al portafoglio e risarcirà la vittima per 4.000 euro.

L’articolo completo sul giornale in edicola oggi

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui