Rimini. Perseguita giovane madre, 50enne ammonito dal questore

Si invaghisce della giovane mamma single conosciuta nella sala videolottery e la perseguita tanto da costringerla a chiedere aiuto alla polizia. E’ l’ultimo caso trattato dalla Divisione anticrimine della questura di Rimini che ha per protagonista un impiegato 50enne raggiunto da un ammonimento del questore: o smette di perseguitarla o sarà denunciato per stalking.

La storia

La vita della vittima è drammaticamente cambiata quando il corteggiatore, avuto accesso al suo profilo Facebook, ha iniziato a tempestarla di messaggi ed a braccarla al centro commerciale dove tutto era iniziato. Ma non è finita. L’uomo è infatti riuscito a scoprire dove la donna alloggia. Così, ha incominciato ad inviarle lettere d’amore, mazzi di fiori e regali vari. Tutti doni respinti come le richieste di poter uscire con lei. Per questo lo spasimante ha iniziato anche a proferire minacce nei confronti della 35enne arrivata dall’Est Europa in Italia con la figlia in cerca di fortuna. Esasperata e spaventata ha così deciso di chiedere aiuto alla polizia.

I dati del 2020

Rispetto allo scorso anno, sono aumentati i soggetti denunciati dalla questura di Rimini per il reato di maltrattamenti in famiglia, passati da 9 (dato 2019) ai 25 di quest’anno; analogamente gli “ammonimenti” del questore sono saliti da 10 a 12. Il “codice rosso” è stato attivato in oltre 70 casi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui